Il marmo è una delle rocce più comuni utilizzate in edilizia ed arredamento.

Esistono diverse tipologie di marmi che si differenziano tra loro principalmente per il colore, le venature e la durezza.

Con il marmo i marmisti di tutto il mondo riescono a produrre pavimenti, rivestimenti, statue, camini, lapidi e oggetti vari di arredamento. Essendo una pietra naturale ogni blocco di marmo, anche se preso dalla stessa cava, è diverso dall’altro e per questo ogni realizzazione è univoca.
 Per modellare il marmo ovviamente servono attrezzature specifiche sia a livello di macchinari che a livello di utensili. In generale per lavorare il marmo vengono utilizzati utensili diamantati elettrodeposti o in metallo duro.

I processi di lavorazione che si possono eseguire sul marmo sono tanti. Anche il marmo, come ogni altro materiale, si può tagliare, incidere, modellare, levigare, lucidare, bocciardare, sabbiare e così via, ma per ogni tipo di lavorazione è necessario utilizzare una specifica tipologia di utensile.

Catena della lavorazione del marmo:

  1. Il marmo si estrae dalla cava utilizzando macchine a filo diamantato e seghe che prelevano il marmo in blocchi.
  2. I blocchi che sono informi vengono squadrati sui lati attraverso dei monofili diamantati che permettono di realizzare dei blocchi cubici con lati squadrati.
  3. I blocchi vengono tagliati tramite telai diamantati o macchine multifilo per la produzione delle lastre.
  4. Le lastre successivamente vengono lucidate o levigate tramite macchine lucidatrici che utilizzano abrasivi di varie grane che riescono a lucidare il marmo fino a farlo diventare brillante come uno specchio.
  5. La lastre poi vengono tagliate con delle frese a ponte per la produzione di pavimenti e lastre ed il taglio avviene utilizzando dei dischi diamantati.
  6. A questo punto, se serve, le lastre possono essere incise e lavorate su macchine a controllo numerico tramite utensili specifici per CNC per la produzione dei prodotti finiti.

Un’altra categoria di utensili che non abbiamo ancora citato sono quelli che vengono utilizzati manualmente (per la scultura) o su attrezzi elettrici come smerigliatrici e trapani. SI tratta di punte per la foratura del marmo, di dischetti da taglio e dischi per la lucidatura delle superfici.

Tutti questi utensili diamantati sono difficili da trovare in un comune ferramenta ma si possono acquistare su siti ecommerce specializzati nel settore come per esempio il sito italiano amastone (https://amastone.it) dove è possibile acquistare utensili diamantati specifici per ogni tipo di lavorazione.
Puoi trovare tutti gli utensili diamantati definiti nell’elenco delle possibili lavorazioni trovi i fili diamantati, i dischi da taglio, gli abrasivi lucidanti e le punte per macchine CNC.